0
3857

 

Sono una professionista impegnata da oltre 30 anni a fianco delle aziende che comunicano attraverso l’arte, la cultura e la musica in collaborazione con le grandi istituzioni culturali italiane.

Negli anni ho costruito una solida rete di contatti nel mondo delle istituzioni culturali e con la mia attività di consulente ho saputo stimolare investimenti in Italia e all’estero per realizzare iniziative per un valore complessivo di oltre 25 milioni di euro.

Sintetizzerei così l’obiettivo del mio lavoro: creare relazioni win-win tra il mondo delle istituzioni culturali e quello delle imprese.

Oggi lavoro al fianco del Piccolo Teatro di Milano come consulente per le strategie di raccolta fondi dal 2006 e ricopro il medesimo ruolo nella Pinacoteca di Brera, sempre a Milano, dal 2015. Seguo il progetto di recupero delle Pescherie di Giulio Romano a Mantova dal 2018 e da settembre 2022 mi occupo del riperimento dei fondi per lo sviluppo del progetto DIT.

Sono Membro del CdA dell’Associazione Amici di Brera, dell’Associazione Amici di Edoardo e della Public Charity americana, Italian Renaissance Fund.

Ho collaborato per la costituzione del Comitato Cultura di Nhood, del quale sono membro.

Ho lavorato dal 1990 e per 24 anni con il FAI – Fondo l’Ambiente Italiano; dal 1998 al 2014 con il Museo Diocesano di Milano ed anche con la Filarmonica della Scala, il Touring Club Italiano, e molte altre Istituzioni Culturali.

Abbiamo realizzato tanti progetti insieme, ma senza il contributo di imprenditori illuminati, nulla di tutto questo avrebbero visto la luce. Eccone alcuni: “Una cena così non puoi perderla”, campagna di comunicazione internazionale promossa da Eataly in occasione del restauro “ambientale” del Cenacolo di Leonardo da Vinci in partnership il Ministero dei Beni Culturali; “Un Capolavoro per Milano“, rassegna nata in occasione dell’inaugurazione del Museo Diocesano, ripetuta ogni anno sino al 2014, in collaborazione con la Banca Popolare di Milano, portando una grande opera d’arte italiana mai giunta prima nel capoluogo lombardo; “La Filarmonica della Scala a favore del Museo Diocesano“, dieci anni di concerti nella Basilica di Sant’Eustorgio, con la Filarmonica della Scala in collaborazione con Finmeccanica; Una serie di eventi negli Stati Uniti per Friends of FAI, in teatri e grandi dimore private in collaborazione con FMR; “2013-Anno della cultura italiana negli Stati Uniti” voluto dal Ministero degli Esteri in collaborazione con Sanpellegrino; “Odyssey“, spettacolo di Bob Wilson prodotto dal Piccolo Teatro di Milano, in collaborazione con AliGroup; “La Scala celebra i 60 anni del Piccolo Teatro di Milano” ospitando l’opera teatrale “Arlecchino servitore di due padroni”, in collaborazione con Asdomar.

Affianco all’attività di consulente, quella dell’insegnamento. Sono stata docente dal 2006 al 2020 del corso di Promozione per l’Arte e la Cultura presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano nel Corso di Laurea in Economia e Gestione dei Beni Culturali e dello Spettacolo. Ho tenuto seminari alla SDA Bocconi, al Master del Sole 24 e allo IED.

Sono felice inoltre di dare il mio contributo in alcuni CdA, tra cui quello dell‘Associazione Amici di Edoardo e nella fondazione di diritto americano Italian Renaissance Fund. Ruolo che in precedenza ho ricopreto nella Fondazione Parma Capitale della Musica e nella charity americana, Friends of FAI.

Amo scrivere, nel febbraio 2023 è uscito il mio primo libro “Investire in Cultura – Storia pratica per diventare fundraiser” e sono tra gli autori del volume “Il Museo Diocesano di Milano fra presente e futuro” edito nel 2006. Una pubblicazione che mi piace ricordare perchè lavorare per il Museo Diocesano resta una delle esperienze più importanti e arricchenti della mia carriera.